Blog

LA CONQUISTA DI ANDORA: IL PPRTEAM SCRIVE LA STORIA E FIRMA LA VITTORIA

 

Non c’è storia.
Diversa da quella che scriviamo noi.

 

Lo slogan della 25esima edizione del Triathlon Sprint di Andora (SV) garantiva “un’altra storia”. Da anni leader indiscusso delle classifiche, il PPRTeam non poteva che scriverla a modo proprio: 1° Aurelien, 2° Shaw, 4° Faldum e tanto altro ancora ancora…

 

900 partenti non ci hanno spaventato: fin dall’uscita a nuoto e poi da T1, al comando con Shaw e Aurelien, il PPRTeam ha dettato legge, con i due stranieri ormai imprendibili in bici e sempre più in fuga dopo il secondo cambio. Dietro di loro un gruppo compatto. Subito lo sprint di Aurelien, Shaw gli ha tenuto testa, cedendo però alla fine e arrivando secondo, a una centinaio di metri dal compagno. Peccato per Faldum, che posizionatosi tra i migliori in bici sembrava gestire la situazione, fino alla volata che vedrà André dello Stradivari avere la meglio: posto per l’ungherese. E poi ancora gli altri elite: 7° Mozzachiodi, 10° Salerno, 15° Ferlazzo. 

 

Ieri era stato oro per Ragazzo e argento per la Missaglia alla Coppa Crono Giovani individuale di Cremona, con il  posto della Crestani e il 15° di Galeazzo. Al Triathlon Sprint Città di Lignano Pesavento aveva concluso 
 
E poi al Kaszó Duathlon Kuttor 1° Senior, Soos 2° Youth, Petrov Youth Champion, Fuchs 3^ Junior.

 

Dalla spiaggia antistante il Parco delle Farfalle la missione di oggi del PPR è partita, e sul podio si è conclusa. Il dominio estero continua a primeggiare su Andora e il PPR c’è sempre. Siamo di larghe vedute.
campioni - e gli amici - per noi, sono “senza confini”.