Blog

PPR AI C. I. RICCIONE: AVVERSARI PER LA COPPA? CE LI MANGIAMO A COLAZIONE!

 

“La colazione dei campioni non sono i cereali, sono le sfide.” (Nick Seitz)

 

Avversari per i Campionati Italiani a Riccione? Ce li mangiamo a colazione! Il PPR come sempre si nutre di sfide e brinda alla vittoria con la Coppa: cin cin! Eccellenti nella prima giornata con Pesavento e Missaglia protagonisti, e poi Ragazzo, Salerno e Ferlazzo. Soddisfazione per il D. T. con il C. I. di Società Giovani, e il giorno dopo con la Coppa Crono dei Moschettieri. A Barcellona top ten per Nicholls, mentre gli Ungheresi sbancano nel ciclismo

 

Campionati Italiani Riccione: assieme a Salerno, Ragazzo e Ferlazzo, la Missaglia leonessa e Pesavento tra gli olimpici. Carlotta è 12^ assoluta nella calda gara su distanza sprint del sabato. Nuoto in recupero dopo una lieve incertezza e via in bici, rientrata subito davanti nel gruppo delle Big. Sempre nelle prime posizioni a tirare e a dare cambi, attenta a possibili fughe delle avversarie. Soddisfatta lei, altrettanto Pesavento, 8° assoluto. Un piccolo gap in uscita dal nuoto, rientra nel gruppo di testa in bici e dà il meglio di sé nella corsa.

 

A coronare la giornata di soddisfazioni del D. T. D’annunzio arriva la premiazione all’Age Group Party: il PPR sul podio per il posto al Campionato Italiano di Società Giovani 2016. Il frutto dei sacrifici, la gioia per aver creduto in un progetto incentrato sui suoi “Piccoli”. Crestani, Galeazzo, Missaglia, Ragazzo e Pesavento, siete la gioia di tutti noi e la metafora di un team ”giovane”, anche nel modo di interpretare lo sport e la comunicazione.

 

Primo Ironman della stagione e lo scozzese Nicholls ci dedica il suo ottimo tempo di 08:13:01. Splendida prestazione a Barcellona per lui, rientrato sulla lunga distanza con tutti i numeri per fare paura.

 
In Ungheria non si sta con le mani in mano e se il panorama del Triathlon non offre gare particolari si va “a comandare” quelle di ciclismo. Medaglie alla “Tuttobici Bike Race” da 45 km per la Fuchs, 5^ assoluta,  per la Zelinka e per Ruzsas.
 

E il weekend si chiude sul podio più bello: Riccione non ci dimenticherà e l’immagine dei nostri Moschettieri a cantare l’Inno di Mameli dominerà incontrastata tra i ricordi per un anno intero. Partiti per ultimi – in ordine di merito crescente – arrivano per primi, scalando la classifica e superando team di quattro elementi. A Mozzachiodi, Salerno e Ferlazzo la Coppa Crono e la Maglia 2016.

 

Una anche al Team Manager!
Fa la collezione…

 
iokll