Blog

PPR BIANCO, ROSSO E VERDE: FRATELLI D’ITALIA… E D’UNGHERIA

 

“… Raccolgaci un’Unica/Bandiera una Speme/Di fonderci insieme/Già l’ora suonò…” (Inno d’Italia)

 

Appuntamento questa sera con l’inaugurazione delle Olimpiadi di Rio, appuntamento il 18 e il 20 agosto con le gare di Triathlon: il PPR augura in bocca il lupo agli sportivi d’Italia e a quelli di tutto il mondo. Con un pensiero speciale al “nostro” ungherese

 

Giochi Olimpici di Rio 2016, si va in scena: occhi puntati sul televisore, questa notte, – 01:00, ora italiana - per l’inaugurazione delle Olimpiadi brasiliane. E occhi puntati sui migliori atleti del panorama del Triathlon internazionale: al via il 18 agosto i 55 uomini della start list, le 55 donne gareggeranno il 20.

 

In bocca al lupo agli italiani della triplice. Gli Azzurri partiranno con i seguenti numeri: Alessandro Fabian 46, Davide Uccellari 47, Charlotte Bonin 36 e Annamaria Mazzetti 37.

 

Ma un pensiero speciale va al “nostro” ungherese. L’atleta del PPR Gabor Faldum scenderà in campo con il pettorale numero 26 e noi saremo qui a tifare per lui. Lo start da Copacabana, Rio de Janeiro, alle 16.00 di giovedì 18 agosto, ora italiana, per la gara maschile su distanza olimpica: un giro unico da 1.5 chilometri di nuoto, 8 giri da 5 per la frazione ciclistica di 40 e 4 giri da 2.5 per quella di corsa da 10.

 

L’Olimpiade di Rio ci vede combattuti nelle tifoserie, non ce ne voglia Goffredo Mameli:

quest’anno andiamo oltre l’Azzurro…

Nel cuore, pur sempre, c’è il bianco, il rosso e il verde…

In alto la bandiera ungherese!