Blog

PPR, STAGIONE 2016: SECONDA PARTE DELL’AVVENTURA

 

“L’autunno è una seconda primavera dove ogni foglia è un fiore.” (Albert Camus)

 

Partita alla grande la seconda parte della stagione 2016: importante vittoria internazionale dell’ungherese Soos alla Tulcea Etu Triathlon Junior European Cup in Romania, splendida top ten di Pera all’Ironman 70.3 Zell am See-Kaprun in Austria, con molti altri podi e piazzamenti di spessore

 

Di nuovo in pista: con il ritorno a casa dei Giovani dai raduni estivi si sancisce la fine delle “vacanze” e la ripresa dell’attività agonistica per la seconda parte di questo proficuo 2016. Splendido lavoro quello fatto nei collegiali delle Squadre Nazionali: Pesavento in altura a Predazzo (Trento) con gli Junior, mentre Crestani e Ragazzo erano a Cadimare (La Spezia).

 

Ottimo training di preparazione anche quello degli ungheresi e i risultati del weekend li gratificano: sul delta del Danubio, in Romania, Gergo Soos vince la 2016 Tulcea Etu Triathlon Junior European Cup. Primo dall’inizio alla fine, conclude la distanza sprint con il nuoto in lago e circuiti cittadini bici e run in 01:02:03, eccellente! Gara bagnata, scivolosa, sofferta ma onorata anche dalle donne: come due leonesse nonostante le rispettive cadute, la Petrov chiude 4^ e la Fuchs 7^. Mancato per un soffio il doppio podio in questa Coppa Europa Junior di Tulcea: uscita prima dall’acqua, la Petrov prometteva bene e il suo secondo split run lascia rimpiangere un altro quasi certo metallo prezioso.

 

Nel frattempo, è gloriosa top ten per Pera all’Ironman 70.3 Zell am See-Kaprun, in Austria: primo italiano all’arrivo, conclude la prova sulla half distance in  04:27:05. Grandissimo!

 

Ma non finisce qui: sul fronte italiano “ci scaldiamo” con il posto del Coach Intagliata al 23° Triathlon Sprint Città di Cuneo. Peccato per il bronzo, perso per un soffio alla volata finale.

 

Al 2° Triathlon Sprint di Fidenza (Parma), Ferlazzo e Mozzachiodi sono i soliti amici “preziosi”: Enrico è d’argento ed Elia di bronzo, bravissimi!

 

E, a proposito di amicizia, all’Etna Sky Duathlon – 5° Tappa Sicily Triathlon Series la gara è atipica, classica, invece, la vittoria: Salerno non si smentisce ed è 1°, ma vuole tagliare il traguardo assieme all’amico e allenatore Alessandro Terranova. Splendido oro condiviso.

 

Le tante soddisfazioni non cancellano il velo d’ombra su un fine settimana di gare in memoria delle vittime del terremoto che ha colpito il Centro Italia. 1 minuto di silenzio ha unito l’Italia dello Sport, dei sacrifici e della determinazione.

 
Perché se cadere non è poi così difficile,
rialzarsi, davvero, non è mai così impossibile.
 
PPP-Pera-Zell