Blog

PPRTEAM, L’AVANZATA IN EUROPA

 

“La dimensione dell’Europa non è lo spazio, ma il tempo e la storia.” (Cit.)

 

Un weekend all’insegna dell’onnipresenza: da Bardolino alla Bulgaria, dall’Ungheria all’Austria, passando per la Francia. Lo spazio non ci preoccupa, le sfide si misurano in “tempo”. E il nostro è sempre migliore di quello altrui. È sempre migliore di sé stesso

 

Gli adulti nel Paese dei Balocchi, i giovani in territorio straniero. Sabato Bardolinoland è tutta per i nostri elite: il coach Intagliata, 20°, Ferlazzo, 24°, Salerno, 29°, gli ungheresi Kuttor, 32°, e Ruzsas, 16°, con Anheur, che centra la top ten. Subito dietro di lui, 11°, Mozzachiodi. Salutiamo la 33^ edizione da record dell’Olimpico Internazionale più amato dagli italiani – presenti anche molti stranieri – e con essa i ben 2000 agguerritissimi sfidanti, e voliamo oltreconfine.

 

Mentre i suoi compagni sono a Bardolino, chi a gareggiare, chi  - Soos con Petrov e Fuchs - ad allenarsi in vista dei Campionati Europei Youth, l’ungherese Hanko David splende come l’oro al Balatonman. Come si dice dalle sue parti: “Gratulàlunk!”.

 

Ma veniamo ai “piccoli” in viaggio e alle loro soddisfazioni europee: mentre Galeazzo scalda i motori in Italia con un 3.000 ben gestito ai Campionati Nazionali Individuali su Pista Allievi, a Jesolo, nella prova valida come Coppa Europa Junior – Etu Cup di Burgas (BUL)Ragazzo è addirittura e la Crestani 7^, splendida doppia top ten. Coppa Europa – Etu Junior European Cup – a Kitzbuhel per la Missaglia, nel frattempo: alla semifinali della gara di Coppa Europa passa il turno, aspettando la domenica.

 

Il sabato si chiude egregiamente, tra l’impegno atletico e quello sociale: una menzione dal cuore per tutti gli amici e volontari ad aiutarci alla Simatic Run nel Parco di Monza. Sì, perché il PPRTeam è anche questo.

 

Il dessert della domenica vuole solo la ciliegina sulla torta e la Missaglia in finale a Kitzbuhel non tradisce le più dolci aspettative con un posto di spessore europeo.

 

Ma si parlava anche di “altro”, anche di “andare oltre”: all’ultima prova di Coppa del Mondo di Paratriathlon, a Besancon, in Francia, Manuel Marson viene guidato dal nostro Matteo Annovazzi. Il loro argento vale doppio!

 

Per il resto, qualsiasi cosa accada, l’amicizia e l’impegno valgono sempre come l’oro.

 
PPR-Burgas